• messenger
  • Domande e Risposte
  • Contattaci
  • Cerca
Close

SOTOZEN-NET > Pratica > Il calendario degli eventi del Soto Zen > Inverno > Nehan-e

Nehan-e

Nascita del Fondatore (Koso Gotan-e) 26 gennaio

Il 26 gennaio è il giorno della nascita di Dogen (il Fondatore dello zen Soto). Dogen nacque a Kyoto il 2 gennaio (il 26 secondo il calendario solare). Il 26 gennaio, per celebrare la sua nascita, si tengono due cerimonie, una al mattino e una nel pomeriggio. Durante la cerimonia mattutina un rotolo con un dipinto di Dogen viene appeso nella Sala principale. Davanti al dipinto viene posto un bacile con dell’acqua santa ancora calda in cui è stato infuso incenso di aloe e di legno di sandalo. Nel pomeriggio si tiene invece la cerimonia di ringraziamento (Ho-on Koshiki) durante la quale, per esprimere gratitudine, vengono intonati speciali canti buddisti shomyo.

Cerimonia del Nirvana, commemorazione della Morte del Buddha (Nehan-e) 15 febbraio

Questo è il giorno in cui Shakyamuni Buddha morì vicino alla città di Kushinagara, sulle rive del fiume Hiranyavati. Un grande rotolo in cui è raffigurato Buddha che entra nel Nirvana viene appeso al tempio e viene celebrata una cerimonia per esprimere la nostra gratitudine nei suoi confronti.

Si dice che al momento della sua morte Buddha stesse dormendo in un letto preparato tra due alberi di sala, con la testa rivolta a nord, il viso a ovest e la mano destra usata come cuscino. In quel momento fiori bianchi fiorirono sugli alberi, e poi caddero.

Accorsero molti dei suoi discepoli, il re e la sua famiglia, gli uomini e le donne di tutte le età e perfino gli uccelli e gli animali, struggendosi dal dolore. Buddha formulò il suo ultimo discorso, spiegando la verità fondamentale: anche se il corpo fisico muore, il Dharma è eterno; per vedere la buddità, è necessario vedere il Dharma. In questo modo, insegnò ai suoi discepoli i precetti e come mantenere la pratica della Via della buddità. Questo sermone è chiamato Yuikyogyo, l'ultimo insegnamento di Shakyamuni Buddha.

Dolci di riso "nehan"

In occasione della Cerimonia del Nirvana, ormai da tempo immemore in alcuni distretti giapponesi è tradizione preparare dolci di riso nei templi e nelle case. Questi, chiamati "dolci dei fiori", vengono prima offerti a Shakyamuni Buddha e poi distribuiti ai presenti alla cerimonia.

In genere, si ritiene che chi mangia questi dolci non soffrirà di malattie o calamità e per questo motivo il giorno in cui si tiene questa cerimonia molte persone si recano al tempio.